PARTE 6a

Quella notte erano tutti molto eccitati…Perfino i genitori dei ragazzi vennero a conoscenza del lieto evento e la gioia fu immensa.

Intanto Antonio aveva mantenuto la promessa di riunire gli amici per festeggiare i fidanzati. Nell’occasione si unirono a loro anche i genitori e il fidanzamento divenne, così,  ufficiale.

Da quel momento Sandra ed Alessandro proseguirono la loro frequentazione che si intensificava ogni giorno di più.

L’attrazione fra di loro era molto forte, ma qualcosa, nel tempo, cominciò a non funzionare.

Sandra era molto gelosa e possessiva e il fidanzato, che inizialmente era stato tollerante, nel tempo cominciava a subire le sue pressioni che poco per volta lo rendevano nervoso e un pò distaccato.

Intanto erano già trascorsi tre anni dalla loro unione e Alessandro proseguiva gli studi all’Università con grande tenacia e successo.

Sandra, al contrario, aveva preferito tralasciare gli studi ed intraprendere un corso professionale di estetica e acconciatura.

Sin da bimba aveva avuto questa attitudine. Infatti casa sua era tempestata di bambole con capelli lunghi, di vario colore…bionde, brune, rosse, sulle quali si dilettava ad acconciare i capelli.

Il suo sogno era sempre stato di gestire un centro estetico di bellezza per curare l’immagine dei clienti…Ecco perchè era sempre ben curata ed aveva una chioma di capelli che faceva invidia a chiunque!

Indubbiamente era una bellissima ragazza e non passava, certo,  inosservata. Malgrado ciò, al contrario di lei,  Alessandro era geloso, quanto bastava.

Trascorsero altri due anni e giunse il momento in cui Alessandro si laureò in Ingegneria e Sandra trovò impiego presso un Salone di bellezza di grande fama dove andavano anche i Vip. “Che libidine!”

Naturalmente a causa dei loro impegni il tempo a loro disposizione era poco e si vedevano solamente nei ritagli di tempo e nei fine settimana…motivo per il quale il loro rapporto cominciava a naufragare.

La ragazza avvertiva questo  disagio, e quindi, decise di andare a vivere da sola, lontana dai genitori, per avere più opportunità di stare con Alessandro in intimità.

Nei primi mesi la ragazza, per mantenersi, dovette fare dei sacrifici non indifferenti, ma di contro,  il rapporto con il fidanzato era molto migliorato fin quando, un giorno,  inaspettatamente, ricevette la proposta da un’amica laureanda, di voler condividere l’appartamento con lei per poter dividere le spese.  

Inizialmente, Sandra fu un pò titubante, ma l’idea non era  male e così accettò.

Manuela, malgrado fosse molto sveglia, era  un pò sciatta…Non curava molto il suo aspetto fisico, non si truccava e vestiva sempre sportiva. Era una tipa intellettuale e trascorreva le giornate sui libri.

Quando conobbe Alessandro, fra i due si instaurò una certa antipatia. Alessandro la trovava insignificante e noiosa, e spesso,  per evitarla, non andava nemmeno a trovare la fidanzata.

Sandra volendo creare un pò di armonia fra tutti, organizzò una serata a quattro, invitando il cugino Antonio ad uscire con loro e formare, così, le coppie.

Per l’occasione insistette che Manuela vestisse in modo adeguato, più femminile, e le prestò un’abitino a tubino, molto sexy di colore nero, le fece indossare le scarpe con tacco a spillo e le acconciò i capelli lasciandoli scivolare morbidi, sulle spalle, poichè solitamente li teneva legati con una coda.

Una trasformazione incredibile metteva in risalto la bellezza eterea della ragazza che fin allora era stata occultata. Ella stessa, stentava a riconoscersi!

Giunta l’ora, le ragazze si recarono all’appuntamento dove vi erano Alessandro ed Antonio ad attenderle…

C O N T I N U A…

Grazia Bologna

Articolo precedenteIo ho un sogno..
Articolo successivoLe cuzzupe
Grazia Bologna
Mi chiamo Grazia Bologna e vivo a Palermo. Affascinata sin da piccola dallo scrivere, ho partecipato a vari concorsi di Poesie. Nell’ultimo - “Canti a lu Ventu” - dell’Aprile 2018, ho avuto un riconoscimento particolare con la mia Poesia “L’Attesa”. Imprendidtrice in attività di Call Center nel ruolo di “Guidance Counselor”, ho condotto trasmissioni televisive e radiofoniche in emittenti regionali private per trattare le varie problematiche legate alla famiglie. Da Marzo 2018 collaboro con “SCREPmagazine” curando la rubrica “Racconti di vita vissuta”.

2 Commenti

  1. Beh, al momento rimane un mistero… Chissà!!! Lo scopriremo prossimamente. Buona giornata Giancarlo e tantissimi auguri di una Serena Pasqua.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui