“Ai tempi dell’arcobaleno” di Maria Cristina Adragna

122564

Il bambino che fu non dimenticherà, giammai, la quantità d’amore che ricevette nel corso d’un tempo remoto.

Agli insegnanti, specie a chi è riuscito a ricamare un’impronta sul cuore…

AI TEMPI DELL’ ARCOBALENO

Ai tempi dell’arcobaleno
viaggiavo su barche di vetro,
negandomi al buio più tetro
raggiunsi sintagmi d’altrove.

Ai tempi dell’ arcobaleno
due bambole avevo per figlie
ed eran le mie meraviglie,
credetti di essere madre.

Ai tempi dell’arcobaleno
mi desti ad un tratto conforto
e allora mai più , alcun torto
sarebbe riuscito a scalfirmi.

E adesso non dirmi,
maestra d’un tempo,
che non si può più ritornare bambini,
carezzami il viso,
annoda i miei lacci,
ricordami il senso
di tutti gli abbracci… 

Lirica tratta dalla raccolta “Aliti inversi”

di Maria Cristina Adragna 

Previous articleIl mistero di Villa Fortuna (Parte 7a)
Next article“Adesso dimmi” di Sandra Mirabella
Maria Cristina Adragna
Siciliana, nasco a Palermo e risiedo ad Alcamo. Nel 2002 conseguo la Maturità Classica e nel 2007 mi laureo in Psicologia presso l'Università di Palermo. Lavoro per diverso tempo presso centri per minori a rischio in qualità di componente dell'equipe psicopedagogica e sperimento l'insegnamento presso istituti di formazione per operatori di comunità. Da sempre mi dedico alla scrittura, imprescindibile esigenza di tutta una vita. Nel 2018 pubblico la mia prima raccolta di liriche dal titolo "Aliti inversi" e nel 2019 offro un contributo all'interno del volume "Donna sacra di Sicilia", con una poesia dal titolo "La Baronessa di Carini" e un articolo, scritti interamente in lingua siciliana. Amo anche la recitazione. Mi piace definire la poesia come "summa imprescindibile ed inscindibile di vissuti significativi e di emozioni graffianti, scaturente da un processo di attenta ricerca e di introspezione". Sono Socia di Accademia Edizioni ed Eventi e Blogger di SCREPmagazine.

2 COMMENTS

  1. Molto bella e significativa della comprensione dell’animo umano,sembra proprio che il percorso della vita sia una riflessione che riporta alle prime premesse e speranze.
    Complimenti per la rima e il senso lirico e interiore del percorso evidenziato come ricorrente !

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here