L’ASSOCIAZIONE CULTURALE ONIRIKA DEL SUD

presenta

VIOLENZA ZERO

15 dicembre 2018

presso la Casa Internazionale delle Donne

via della Lungara, 19 – Roma

INGRESSO ALL’EVENTO

VIA FRANCESCO DI SALES 1a

Sabato 15 dicembre la Casa Internazionale delle Donne ospiterà l’evento “Violenza Zero”, organizzato dall’Associazione Culturale Onirika del Sud.

Un evento che trae ispirazione dalla vicenda di Franca Viola e ideato per sensibilizzare contro la violenza di genere, per offrire spunti di riflessione, ma soprattutto per urlare insieme NO alla violenza alle donne!

L’evento vedrà la messa in scena dello spettacolo “La donna che disse no”, un’opera teatrale scritta e diretta da Pierpaolo Saraceno, con Pierpaolo Saraceno e Mariapaola Tedesco.

“La donna che disse no”, liberamente tratto dalla storia di Franca Viola, è uno spettacolo con più di duecentottanta repliche dal 2016 a oggi e vincitore di nove premi nazionali.

Quello di Franca fu il primo vero rifiuto al matrimonio riparatore.

All’epoca, infatti, in Italia, secondo l’articolo 544 del Codice Penale, il crimine di stupro veniva considerato come non avvenuto se l’aggressore sposava la sua vittima.

Grazie al rifiuto e al coraggio di Franca Viola, l’articolo 544 verrà abrogato nel 1981 e nel 1996 lo stupro sarà finalmente riconosciuto giuridicamente, in Italia, non solo come un crimine “contro la morale”, ma anche come un crimine “contro la persona”.

Franca è divenuta il simbolo della crescita civile dell’Italia nel secondo dopoguerra e dell’emancipazione delle donne italiane.

Siamo nel 1965 ed essere Franca Viola significa andare controcorrente, contro le regole stabilite dal popolo di quel tempo, allontanarsi dal moralismo e dall’ipocrisia di certi ambienti tranquilli e puliti dove l’orrore c’è ma è ben custodito lontano dalla vista.

Essere Franca significa provare l’ebbrezza della libertà, reggere il sacrificio della coraggiosa scelta fino a mettere in discussione l’esistenza di Dio.

Uno scuro circo a ciel sereno, all’interno del quale ci si ama e ci si odia.

«La sua voce ha aperto il cammino per la libertà delle altre donne, per aprire una strada per vincere la legge del patriarcato.» – ha dichiarato Pierpaolo Saraceno a proposito di Franca Viola.

Allo spettacolo seguirà un dibattito a cui saranno invitati a intervenire, in qualità di relatori, autorità politiche, giornalisti e artisti, per porre e porsi interrogativi, per discutere, sensibilizzare ma anche per cercare risposte adeguate per le donne che denunciano, per comprendere come uscire dalla violenza e riprendersi la propria vita, e ricordare che Franca Viola, in fondo, era una donna come noi.

Al dibattito interverranno il Prof. Paolo M. Reale, rettore del Convitto Nazionale “V Emanuele II”, il Dott. Ugo Donati, Direttore Medicina d’Urgenza Dea I° Livello P.O. Tivoli, la Prof.ssa Laura Volpini, esperta in psicologia forense e criminologia, Emilio Orlando, giornalista di cronaca nera e giudiziaria per il quotidiano “La Repubblica”, Andrea Iannuzzi, giornalista per il quotidiano “La Repubblica”, l’Avv. Ivan Marrapodi, il Dott. Michel Emi Maritato, presidente di AssoTutela, il già On.le Fabrizio Santori, dirigente Lega Salvini Lazio l’On. Eugenio Patanè, consigliere della Regione Lazio, il Dott. Pasquale Romeo, psichiatra forense e criminologo.

Durante la serata il poeta Andrea Magno presenterà alcuni componimenti da lui scritti come contributo all’evento.

La serata si concluderà con un brindisi di ringraziamento offerto dalla Produzione Onirika del Sud.

“Violenza zero” racchiude storie di vita da conoscere e far conoscere.

15 dicembre 2018 ore 20:30

CASA INTERNAZIONALE DELLE DONNE – via della Lungara, 19 – 00165 Roma (Trastevere)

Ingresso:

Via San Francesco di Sales 1a

Sala Lonzi, Centro Congressi

INFO E PRENOTAZIONI: 347.1393760

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui